Una foto a cui sono particolarmente affezionato.

Londra, 1991. Sulla metro semivuota vedo questa immagine da catturare, ma il tizio che ho ripreso mi guardava sospettoso armeggiare con la mia F3 poggiata sulle ginocchia.

Uno dei grandi pregi delle ammiraglie Nikon era la possibilità di togliere il mirino e vedere l’immagine dall’alto, anche se ovviamente capovolta.

Arrangiandomi con la messa a fuoco senza avvicinarmi alla macchina composi alla meglio l’inquadratura, se non ricordo male avevo montato il 35mm.

Il tizio continuava a guardarmi, probabilmente avendo capito che intendevo scattargli una foto, e non sembrava affatto compiaciuto della cosa. Io continuavo a fare il vago smanettando con la fotocamera.

Ad un certo punto si è appoggiato al braccio come vedete nella foto, si è sentito un “clack” e subito si è girato verso di me che continuavo a fare il vago, ma era troppo tardi, la foto ormai era scattata!